Vasto: Greenway e bike sharing di terza generazione

Vasto: Greenway e bike sharing di terza generazione
di Simona Speziale

Volendo approfondire il tema della mobilità sostenibile vi parlerò di una delle cittadine della Costa dei trabocchi che l’ha interpretata in modo interessante: Vasto.
Vasto è una cittadina gradevolissima dove la storia e la cultura si intrecciano alle bellezze naturalistiche in cui è immersa.


La parte vecchia sorge a circa 150 mt. sul livello del mare ed è collegata alla Marina di Vasto da una passeggiata che scende fino alla costa. Proprio in pieno centro storico si può visitare il bellissimo Castello Caldoresco, costruito nei primi anni del 1400. Si affaccia su due delle piazze principali, Piazza Rossetti, dedicata al poeta Gabriele Rossetti nato a Vasto e Piazza Barbacani.
Vicino possiamo ammirare la Torre di Bassano costruita nella stessa epoca dal marchese di Bassano, essa insieme ad altre cinque e alle mura di cinta facevano parte del sistema di difesa di Vasto. Palazzo D’Avalos costruito su un antico palazzo esistente sempre nei primi decenni del 1400, per volere di Giacomo Caldora, ospita il Museo ed è interamente visitabile. Sono interessanti la Cattedrale di San Giuseppe che è il Duomo di Vasto, in pieno centro storico custodisce tanti manufatti del periodo di Sant’Agostino. La Chiesa di Santa Maria Maggiore oltre alla sua bellezza è imperdibile per via dei dipinti di Tiziano Vecelio e Paolo Veronese.
Scendendo verso la costa in zona Punta Penna, Vasto ha il secondo faro più alto d’Italia dopo la Lanterna di Genova.


La città fa parte del Parco della Costa dei Trabocchi e comprende quella che è considerata la Scozia d’Abruzzo: Punta Aderci, un promontorio incontaminato a picco sul mare. Ha ottenuto più volte la Bandiera blu, per la qualità delle sue acque limpide, tranquille e poco profonde e la spiaggia mista con baie, cale e scogliere.
L’enogastronomia vede il connubio tra mare e monti, con piatti che vanno dal classico Brodetto di pesce alla vastese, alla Ventricina, tipica dell’entroterra.


Ogni tipo di sport è praticabile da quelli acquatici, surf, vela ed immersione al trekking e bike. La Greenway Bike to Coast ha stimolato progetti interessanti che si sono estesi a tutta la città, uno tra questi è il bike sharing. A Vasto, iBikeAbruzzo, ha messo su un progetto che permette di fruire di un servizio di bici “elettriche” in condivisione, con le quali percorrere itinerari suggestivi alla ricerca di sapori e tradizioni abruzzesi. Ovviamente di supporto c’è una rete di Bike Station dove si può agganciare la bici alla postazione di ricarica e monitorare il tracciato tramite il localizzatore GPS e tanti servizi che comprendono anche le guide turistiche alcune delle quali realizzate con i progetti alternanza-lavoro con le scuole. Sul sito www.ibikeabruzzo.com si può scaricare l’app gratuita MyCicero per accedere al servizio e avere tutte le informazioni a riguardo.
INFO https://www.italytravelweb.it/vasto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *