LUNGOMARE PERICOLOSO

LUNGOMARE PERICOLOSO

ricevuta via mail da Domenico Greif

Con la presente volevo segnalare la pericolosità del lungomare soprattutto nel periodo estivo. Ogni giorno tante famiglie con bambini, anziani attraversano la strada per andare al mare o per passeggiare sul lungomare e ogni giorno rischiano di essere investiti da auto e dalle moto in sorpasso, consideriamo anche che nelle ore centrali, la notte e il mattino presto quando le strade sono libere le auto e le moto viaggiano anche a 80/90 km/h sul lungomare.
Considerando anche che la visibilità per i pedoni e per gli automobilisti è abbastanza limitata dalla presenza di auto parcheggiate in prossimità degli attraversamenti pedonali (purtroppo c’è la segnaletica orizzontale di parcheggio…non dovrebbe essere cosi, prima dell’attraversamento ci dovrebbe essere uno spazio libero per la visibilità), poi dai cassonetti dell’immondizia e da alberi o cespugli credo che l’amministrazione comunale insieme ai vigli urbani dovrebbe rendere il tutto più sicuro e non credo che sia così difficile .. basta volerlo.
Credo che almeno per i mesi di giugno, luglio e agosto il limite di velocità dovrebbe essere abbassato a 30 km/h (da segnalare … sul lungomare non c’è una segnaletica verticale con il limite di 50 Km/h), vietare il sorpasso alle moto, mettere alcuni autovelox fissi che fanno da deterrente e fare controlli, a mio avviso quasi inesistenti.
Considerando che da inizi giugno già due persone sono state investite a Pescara con conseguenze tragiche non capisco perché non si faccia niente, bisogna fare in modo che le probabilità che accada di nuovo diminuisca.
Vorrei tanto che voi possiate fare qualcosa con il Vs. giornale, io non posso fare niente ….. posso soltanto raccomandare ai miei figli di stare attenti nell’attraversare la strada e di non avere fretta, mi è stato insegnato a scuola in Germania da bambino … l’educazione stradale che in Italia non c’è … VERGOGNOSO.
Nel ringraziarvi in anticipo porgo cordiali saluti. Domenico da Montesilvano

Risposta del direttore:

Gentilissimo sig. Domenico, La ringrazio della sua missiva in quanto ci permette di tornare a porre attenzione alla elevata pericolosità del lungomare in estate per pedoni e ciclisti quando la fruizione della spiaggia raccomanderebbe una limitazione significativa dell’utilizzo del lungomare come arteria stradale di collegamento nord-sud. Una limitazione significativa potrebbe essere imporre un limite di velocità a 30 kmh come da lei proposto. Il limite di velocità, anche se di 50 kmh, andrebbe fatto comunque rispettare attraverso l’installazione di autovelox fissi e mobili, anche con l’utilizzo di speed scout, come realizzato a Francavilla, dove il suo continuo uso ha fatto ottenere il rispetto assoluto del limite di 70 kmh nelle gallerie della circonvallazione. La pericolosità del lungomare per i pedoni e ciclisti sarà destinata a crescere se l’apertura del ponte dell’Adriatico a ridosso di Porto Allegro non sarà accompagnata da una seria ed equilibrata limitazione al transito veicolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *