Abbazia di San Martino in Valle

Abbazia di San Martino in Valle

di Simona Speziale

Questo mese voglio parlarvi di un posto che pochi anche tra gli abruzzesi conoscono: l’Abbazia di San Martino in Valle. Si trova a Fara San Martino, in provincia di Chieti, a circa un’ora di macchina dalla nostra Montesilvano. È un altro dei capolavori incastonati nella roccia della Majella.

Arrivati nel borgo di Fara San Martino, conosciuto per la pasta e per la location sul fiume Verde, lo attraversiamo tutto per giungere alle famose Gole di San Martino nel Vallone dello Spirito.

Dieci minuti di cammino su un sentiero abbastanza comodo fino ad arrivare all’accesso al Vallone: un passaggio strettissimo tra impressionanti rocce alte e vicinissime. Per circa 50 metri le pareti spaccate della montagna corrono accostate tanto che aprendo le braccia possiamo toccare l’una e l’altra.

Superato questo tratto, suggestionati dall’imponenza della natura selvaggia, piano piano il percorso si allarga davanti a noi e intravediamo finalmente i resti dell’Abbazia. Costruita nell’anno mille, è di origine benedettina. Un cancello si apre su un cortile interno delimitato da un portico a tre arcate e dal campanile a vela. Si intuisce che l’interno della chiesa doveva essere a tre navate, con una pavimentazione di lastre di pietra della Majella. Tra colonne finemente decorate e resti di bassorilievi rimaniamo incantati di fronte alla roccia che sembra far parte dell’edificio in un legame indissolubile.

Da questo punto parte un percorso naturalistico che porta a risalire il Monte Amaro, 2795 mt, la seconda vetta degli Appennini per altitudine. Questi posti sono una meta frequentatissima dagli amanti del trekking, free climbing, escursioni a cavallo e passeggiate.

Sul percorso ci sono le grotte carsiche usate in passato come rifugio o luogo di culto, tra le più interessanti: la Grotta dei Diavoli, la Grotta del Peschio, la Grotta de Li Trazzir e la Grotta Porca degli Angeli. Le faggete, i boschi di pino mugo e pino nero rivestono il territorio, habitat naturale del lupo appenninico e dell’orso bruno marsicano. Le acque abbondantissime del fiume Verde hanno un grado elevatissimo di purezza e ospitano la trota e il merlo acquaiolo.

Tutti gli itinerari dispongono di aree attrezzate per i picnic per offrire relax e rendere gradevole la visita ai turisti.

Info e foto del luogo all’indirizzo web https://www.italytravelweb.it/fara-san-martino/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *