In parole semplici

Si è tenuta il 17 novembre a Montesilvano in Palazzo Baldoni la presentazione del laboratorio In Parole Semplici organizzato dall’associazione culturale di Montesilvano Il Cassetto delle Idee libere. Il laboratorio è stata un’occasione per trovare parole semplici da spiegare a bambini e adulti, termini che pur facendo parte del quotidiano di tutti stentano ancora ad avere una collocazione corretta dal punto di vista del significato.

Alla base del laboratorio c’è un’indagine, condotta dall’Associazione, su 100 genitori (50 mamme e 50 papà) che registra un gap considerevole fra la dichiarazione di conoscenza e la reale conoscenza dei temi: inclusione sociale, occupabilità, terzo settore, fondi strutturali, apprendimento permanente. Di seguito gli interessanti dettagli che svelano una incredibile incapacità di comprendere tali termini.

Il laboratorio si è svolto a Montesilvano in tre fasi: nella prima sono state acquisite, in ambiente neutro e senza somministrare ai bambini della Troiano Delfico alcuna informazione, video-opinioni su dodici tematiche: pari opportunità, diversità, inclusione, apprendimento permanente, abbandono scolastico, povertà, disoccupazione, occupabilità, unione europea, fondi strutturali, politiche sociali e terzo settore. Grazie alla partecipazione dell’assessore regionale all’istruzione, politiche sociali e pari opportunità, Marinella Sclocco, è stato possibile realizzare filmati che riportano oltre alle opinioni dei bambini anche una spiegazione semplificata dei concetti attorno ai quali si è lavorato. La seconda e la terza fase del laboratorio hanno visto la collaborazione della cantautrice abruzzese Miriam Ricordi e i bambini coinvolti hanno elaborato il testo di una canzone per raccontare le loro opinioni attraverso un processo di semplificazione che è propria dei bambini. Dal testo, grazie alla collaborazione di Ricordi, i bambini hanno prodotto un mp3 audio e il videoclip musicale. Il testo, lanciato in anteprima nel corso dell’evento, s’intitola Nessuno Escluso ed esprime in chiave rap il pensiero dei bambini. “Un pensiero a cui ci piace aggrapparci per sognare un mondo inclusivo” come ha recitato una delle bambine coinvolte, secondo quanto detto nel corso dell’evento da Assunta Altieri, esperta di comunicazione e presidente dell’Associazione.

Il videoclip musicale e le videointerviste sono state pubblicate sulla pagina Facebook @InParoleSempliciNESSUNOESCLUSO.


Risultati dell’indagine

Inclusione sociale (ha dichiarato di conoscere il significato il 48% del campione; a seguito della richiesta di spiegare in cosa consista o potrebbe consistere e alla relativa correttezza della risposta, la percentuale si abbassa al 23%; tuttavia, con riferimento al significato più generale del termine inclusione, la percentuale si assesta intorno al 38%);

Apprendimento permanente (ha dichiarato di conoscere il significato il 19% del campione; a seguito della richiesta di spiegare in cosa consista o potrebbe consistere e alla relativa correttezza della risposta, la percentuale si abbassa al 15%);

Fondi strutturali (ha dichiarato di conoscere il significato il 18% del campione; a seguito della richiesta di spiegare in cosa consista o potrebbe consistere e alla relativa correttezza della risposta, la percentuale si abbassa al 9%);

Occupabilità (ha dichiarato di conoscere il significato il 70% del campione; a seguito della richiesta di spiegare in cosa consista o potrebbe consistere e alla relativa correttezza della risposta, la percentuale si abbassa al 17%);

Terzo settore (ha dichiarato di sapere di cosa si tratta il 39%; a seguito della richiesta di spiegare in cosa consista o potrebbe consistere e alla relativa correttezza della risposta, la percentuale sia abbassa al 9%; tuttavia la percentuale si assesta al 16% se si pone una domanda diretta sul volontariato).


Significato dei termini oggetto di indagine

Inclusione sociale. Il concetto di inclusione sociale, affermatosi a livello comunitario, comprende l’accesso di tutti i cittadini alle risorse di base, ai servizi sociali, al mercato del lavoro e ai diritti necessari, per partecipare pienamente alla vita economica, sociale e culturale, e per godere di un tenore di vita e di un benessere considerati normali nella società in cui vivono. In altri termini, per inclusione sociale si intende il superamento, per la più grande quota di persone possibile, di livelli di servizio socialmente accettabile nelle molteplici dimensioni del proprio vivere: istruzione, sicurezza, salute, abitazione, ambiente, rispetto di sé, etc. – cit. portale pari opportunità;

Apprendimento permanente. L’apprendimento permanente consiste in “qualsiasi attività intrapresa dalle persone in modo formale, non formale, informale, nelle varie fasi della vita, al fine di migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze, in una prospettiva personale, civica, sociale e occupazionale” (legge 92 del 2012, articolo 4, comma 51) cit. portale MIUR;

Fondi strutturali. I fondi strutturali sono lo strumento finanziario della politica regionale dell’Unione Europea destinato a ridurre il divario dei livelli di sviluppo socio-economico tra le varie Regioni, promuovendo la crescita di quelle meno favorite, al fine di rafforzare la coesione economica e sociale dell’Unione Europea – cit. portale Ministero della Salute;

Occupabilità. La capacità delle persone di essere occupate, e quindi di cercare attivamente un impiego, di trovarlo e di mantenerlo – cit. portale Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Terzo settore. Gli enti del terzo settore perseguono senza scopo di lucro finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, mediante lo svolgimento in esclusiva o in misura prevalente di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita – cit. portale italianonprofit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *