La tavola di Natale (seconda parte)

CONSIGLI PER UNA TAVOLA DI NATALE IMPECCABILE

di Maria Letizia Santomo (Dicembre 2018)

Seconda puntata dei consigli per una tavola di Natale impeccabile. Il mese scorso, nella prima parte, abbiamo visto come vestire la nostra tavola nel modo più corretto e quali stoviglie e posate utilizzare.
Fatto tutto ciò, però, manca ancora la parte decorativa della nostra bella mise ne place festiva. Ogni tavola ben apparecchiata, infatti, è sì funzionale grazie agli utensili ben disposti e organizzati, ma anche ben decorata.
Parliamo dunque di come arricchire e abbellire la nostra apparecchiatura.

Fondamentale, in tutto ciò, sarà il ruolo giocato dal centrotavola.
Vedete voi, a seconda della forma del vostro tavolo e dello spazio che avete a disposizione, se porre un solo elemento centrale o più elementi lungo tutta la parte centrale del tavolo.

Ovviamente non potranno mancare le candele che, qualsiasi sia il centrotavola scelto, impreziosiranno, riscalderanno e illumineranno tutto l’allestimento. Mi piace pensare che quelle rosse siano anche benauguranti e perciò particolarmente adatte alle feste di Natale.

L’elemento decorativo per eccellenza in una tavola sono i fiori, ma per favore, fate in modo che siano freschi, i fiori finti non hanno lo stesso fascino e, diciamolo, sono proprio bruttini.
Tra i fiori più utilizzati per i centrotavola natalizi figurano sicuramente quelli rossi, quindi via libera a rose, gerbere (che hanno anche il pregio di essere molto economiche), tulipani, stelle di Natale e amaryllis. Ottime le bacche, tipo ilex, rosa canina, iperico e anche i cranberries (i mirtilli rossi).

 

Fantastico poi l’accoppiamento di fiori rossi e bianchi e l’accostamento con rami di abete, pigne legni o melograni.

Se però volete evitare i fiori, allora potete puntare su un centrotavola commestibili: per esempio un panettone gastronomico farcito come un panbrioche, dei mandarini, i già citati melograni o un bel dolce decorato.
In alternativa utilizzate oggetti decorativi, come per esempio una composizione di vasi di vetro riempiti con delle palline dell’albero e/o delle pigne di Natale.

 

Potete sbizzarrirvi con la fantasia e fare ciò che più vi piace, c’è una sola parola d’ordine da rispettare: armonia.
Abbiate cura che tutto sia intonato al contesto, ai colori e alle proporzioni della tavola.

Questo è tutto per il 2018, rifatevi a quest’unica regola, metteteci fantasia e il risultato sarà sicuramente ottimo.
Sul numero di novembre vi avevo detto che forse avremmo organizzato anche quest’anno il contest “la tavola di Natale più bella”, purtroppo non ci è stato possibile farlo, ma spero che si possa ripetere nuovamente l’anno prossimo.
Io intanto vi auguro buone feste e… ci leggiamo nuovamente a Gennaio.
Sereno Natale a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *