Appuntamenti di fine febbraio marzo

Appuntamenti di fine febbraio marzo

di Johnny Felice

Febbraio è un mese di languori, il cuore del mondo è greve, ignaro ancora

dell’inquieto aprile e del vigoroso maggio.
(William Somerset Maugham)

Cari amici,

l’inverno si chiude con una lunga serie di eventi, nella nostra area metropolitana; assoluto protagonista sarà il teatro, in molte delle sue svariate sfaccettature.

Ma andiamo con ordine: il 4 marzo, presso il Teatro Marrucino di Chieti, la compagnia teatrale de I guardiani dell’oca porterà in scena una riduzione per ragazzi del Moby Dick di Hermann Melville. Lo spettacolo sarà adatto per bambini e ragazzi dai 6 anni in su, che potranno – magari per la prima volta – approcciarsi all’arte della rappresentazione con un grande classico della letteratura mondiale, adattato magistralmente per loro.

Ci spostiamo di qualche chilometro più a valle, seguendo le sponde del fiume Pescara, per segnalarvi l’appuntamento presso il Teatro Massimo di via Caduta del Forte con uno degli eventi più attesi della stagione 2018: il 5 e 6 marzo, difatti, l’eclettico Neri Marcorè porterà in scena il suo Quello che non ho, teatro-canzone per la regia di Giorgio Gallione e le musiche di Fabrizio De André. Attraverso le musiche del poeta-cantautore genovese, Marcorè racconterà il mondo che ci circonda, con le sue infamie, i suoi egoismi, le sue abbacinanti bellezze. “Per consegnare alla morte – parafrasando De André – una goccia di splendore, di umanità, di verità”. 

L’8 marzo, invece, varrà la pena allontanarsi di una mezz’oretta dal centro cittadino per raggiungere la splendida Atri; proprio presso il Teatro Comunale della città ducale, difatti, andrà in scena una delle pièce più importanti dell’opera di Samuel Beckett, Giorni felici, per la regia di Andrea Renzi, la traduzione di Carlo Fruttero e la messa in scena della splendida Nicoletta Braschi, volto noto del nostro cinema e teatro. Un’opera magnifica in uno scenario davvero incantevole, a qualche passo del maestoso duomo che domina la città ducale. Noi non ce lo perderemo per nulla al mondo. E voi?

Rimaniamo ancora ad Atri, ma cambiamo per certi versi ambito: vi avevamo già parlato, nei numeri passati, di Paesaggi Sonori, un’associazione nata da qualche anno con il compito di valorizzare i luoghi più incantevoli della nostra regione, associando performance musicali a veri e propri percorsi di trekking, naturale e urbano. Dopo l’appuntamento del 10 febbraio scorso (trekking urbano nel centro storico de L’Aquila con relativo concerto del giovane cantautore pescarese Domenico Imperato), i ragazzi di Paesaggi Sonori hanno in serbo un nuovo magnifico evento legato al turismo esperienziale, proprio nella città di Atri. Appuntamento quindi sabato 24 marzo per una passeggiata nel centro storico della cittadina abruzzese con successivo concerto-evento dei Balmorhea, che si terrà alle 20 presso il Teatro Comunale.

La band texana presenterà i pezzi più rappresentativi del proprio repertorio, che varia dall’indie al rock da camera, presentando in anteprima il loro ultimo lavoro, Clear Language. Un appuntamento di qualità che vi consigliamo assolutamente.

Torniamo a questo punto di nuovo a Pescara, per le ultime doverose segnalazioni di questo mese ricco di eventi: come già anticipatovi il mese scorso, sabato 24 febbraio al Teatro Massimo sarà di scena la Brunori Sas. Il cantautore calabrese, accompagnato dai suoi classici musicisti, si esibirà in un concerto unplugged, in cui alternerà parole e canzoni, con quel misto di profondità, cinismo e ironia che lo hanno reso una delle voci più autorevoli della generazione dei “non più giovani” di oggi, schiacciati tra precariato, frustrazioni e voglia di mettersi in gioco.

Il 17 marzo, invece, nuovo appuntamento con la rassegna Storie della storia d’Abruzzo, a cura di Camillo Chiarieri; presso la Sala Flaiano dell’ex Aurum di viale Gardone Riviera a Pescara, si terrà l’incontro I briganti eroi dimenticati, che rifletterà su una delle pagine meno battute e meno note della nostra storia, quella del brigantaggio.

Ultima segnalazione, sempre relativa al rapporto tra storia e territorio: lunedì 26 febbraio, all’interno della rassegna Raccontiamo Pescara, si terrà alle h18 l’incontro Piscaria e Castellum ad mare nel Medioevo, curata da Licio Di Biase.

Insomma, cercate di ritagliarvi un po’ di tempo per la cultura: questo mese ne vale davvero la pena!

Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *