Il borgo di Montesilvano Colle

Montesilvano attraverso le emozioni: il borgo.

di Simona Speziale

Il mio lavoro nasce dalla passione di raccontare i luoghi attraverso le emozioni perché ritengo che l’handicap più grave del nostro turismo sia proprio l’incapacità di raccontarci. Ogni singolo cittadino dovrebbe essere ambasciatore della propria città, imparando a vedere oltre le negatività che sono quelle che saltano all’occhio prima e che frenano ogni entusiasmo. Io sono abituata a guardare oltre, a gioire delle piccole cose e dare loro un senso. Il mio percorso su Montesilvano l’ho iniziato aprendo una nicchia dedicata alla mia città nel mio sito Italy Travel Web.

Il primo articolo per i lettori de Il Sorpasso parla del borgo di Montesilvano Colle, perché lì tutto ha avuto inizio. Passeggiando per i suoi vicoli mi sono persa in un ambiente ricco di cultura, storia e arte. Il viale poetico da cui si accede al borgo sono certa che lo avete percorso almeno una volta nella vita. La mia sfida è la seguente: provate a percorrerlo a piedi. Sarete presto avvolti da un’atmosfera incredibile creata dal profumo dei pini d’Aleppo secolari. Dopo esservi inebriati e rilassati voltate lo sguardo a destra e lasciate posto all’incanto perché da qui dominate con lo sguardo l’intera città.

Il borgo di Montesilvano Colle si visita semplicemente seguendo via Vittorio Emanuele II, che lo cinge completamente. Da piazza Calabresi si inizia un percorso tra case antiche che hanno segnato la storia di Montesilvano: la più famosa, Palazzo Delfico, fu la prima sede del municipio, di epoca barocca, con ancora gli ornamenti originali e lo stemma gentilizio della famiglia.

Due le opere religiose rilevanti: la Chiesa di San Michele Arcangelo semplice e austera con l’imponente campanile quadrangolare e la bellissima Chiesetta della Madonna della Neve, di epoca romanica, amatissima dai wedding planner per la sua location unica e raccolta.

Largo Belvedere ci offre un panorama mozzafiato che rappresenta una sintesi dell’Abruzzo: dalla “Bella Addormentata” al mare Adriatico.

La cultura qui è in continuo fermento. I locali veramente esclusivi oltre all’enogastronomia locale, rivisitata in chiave moderna e attenta al benessere, si propongono come mecenati moderni dando spazio a mostre, eventi culturali e concerti, riuscendo così a creare un ambiente davvero ricercato ed esclusivo. L’arte si sposta anche in strada, dove la street art evidenzia angoli incantevoli, guidandoci alla scoperta di piazzette nascoste e scorci inaspettati.

Tra gli eventi più attesi nel periodo pasquale c’è la rievocazione della Via Crucis con una bellissima variante: la meditazione dialettale, che sottolinea l’identità culturale. Nel mese di agosto la Festa della Madonna della Neve insieme a molti altri interessanti appuntamenti di Festestiva.

Io vi dò appuntamento al prossimo numero, voi intanto fate una passeggiata al borgo e se scoprite qualche curiosità potete raccontarmelo all’indirizzo email simona.speziale@italytravelweb.it

Info e immagini all’indirizzo web https://www.italytravelweb.it/montesilvano-colle/

borgo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *