5 comportamenti che una donna non dovrebbe mai accettare da un uomo

L’angolo della psicologa

5 comportamenti che una donna non dovrebbe mai accettare da un uomo

di Serena Fugazzi

Vivere con un’altra persona può risultare complesso, sfiancante talvolta.

Quando due persone stanno insieme e hanno caratteri molto diversi possono nascere frequenti dissapori e discussioni, ed è normale che sia così, non la si può pensare sempre allo stesso modo, avere sempre la stessa opinione è impensabile; si possono avere esigenze e bisogni non sintonizzati e litigare per questo. Ok, le coppie discutono per piccole cose e questo non rappresenta un problema se non raggiunge certi estremi, anzi se affrontate insieme, le discussioni cementificano la coppia, ma dovrebbero rimanere sempre dentro uno spazio di ragionevolezza e rispetto.

Oggi, sempre più spesso, la cronaca riporta casi di violenza di genere, uomini violenti che picchiano le donne e che, in taluni casi, arrivano a uccidere; ma questi eventi drammatici difficilmente capitano all’improvviso, raramente sono “fulmini a ciel sereno”: infatti, nella maggior parte dei casi, sono presenti segni e comportamenti che, con un po’ di attenzione, possono farci capire che siamo coinvolte in una relazione potenzialmente pericolosa.

I cosiddetti campanelli d’allarme sono molteplici: la presenza di insulti e svalutazioni, l’ossessione per il controllo, ricatti, spinte, schiaffi e altri ancora. Questi non sono segni d’amore.

Di seguito sono elencati 5 comportamenti ricorrenti: se nella tua relazione noti alcuni di questi comportamenti, forse è il caso di fermarti a riflettere, perché, sai, l’amore non può fare tutto, l’amore non può cambiare un uomo violento.

1. Ti allontana progressivamente da familiari e amici: per un motivo o per un altro ha fatto in modo che tu ti allontanassi da tutte le persone che prima riempivano la tua vita. Vuole che tu abbia rapporti esclusivamente con lui, nessun altro è ammesso. Una relazione del genere non può essere sana, il tuo partner non può pretendere che tu non esca con le tue amiche o che eviti di telefonare a tua madre.

2. Pretende che lasci il tuo lavoro: ascoltando le donne vittime di violenza da parte del partner, spesso si rintracciano elementi comuni: tra questi, appunto, la richiesta insistente di lasciare il lavoro. Tali partner spingono le loro compagne a una lenta, ma inesorabile uscita dalla vita attiva, con l’obiettivo di renderle completamente dipendenti.

3. Controlla la tua vita: vuole sapere continuamente dove vai e con chi; un partner che attua un controllo ossessivo sulla tua vita può rappresentare un campanello d’allarme importante. Non cadere nel tranello di pensare che sia così tanto geloso e possessivo perché ti vuole bene e ti ama.

4. Ti disprezza: nessuno dovrebbe dirti che sei inferiore, non dovresti tollerare insulti da nessuno. Nessuno può dirti che sei inutile, che sei brutta o insulti simili, tanto meno l’uomo che dovrebbe amarti di più al mondo. Se ti sminuisce, ti offende, ti umilia, forse è il caso di riconsiderare la tua relazione.

5. Ti maltratta fisicamente: questo è indubbiamente il campanello d’allarme più grave. Quando il tuo partner prova a pizzicarti, schiaffeggiarti o a darti pugni, dovresti valutare di farlo uscire dalla tua vita immediatamente. Puoi pensare che forse l’hai provocato, che forse, in fondo in fondo, te lo meritavi o che forse è normale, ma non è così: niente giustifica la violenza.

Quando sei già dentro a una relazione pericolosa, non è semplice riconoscere i segnali, tutto sembra normale, ma un comportamento aggressivo di normale non ha proprio niente.

Presta attenzione alle tue sensazioni: se provi disagio accanto a lui, se hai timore che possa alzare le mani, se i suoi scatti d’ira ti spaventano, scappa finché sei in tempo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *